Articoli con tag ‘latte vaccino’

Ma… il latte vaccino fa bene davvero?

Macchina Mungitrice

Macchina Mungitrice

Oggi parliamo di latte e presentiamo uno studio, che potete trovare qui (in inglese) e che è stato realizzato ad Harvard, che potrà aiutarci a capire meglio come comportarci a tavola e, aspetto da non sottovalutare, come educare chi ci sta accanto ad una corretta alimentazione.

Gli esseri umani, quasi in tutto il mondo, bevono latte vaccino, cioè latte di vacca. Di per sé stesso è un fatto piuttosto curioso in quanto si tratta del latte adatto ai cuccioli di un’altra specie. Il latte di vacca è infatti l’alimento del cucciolo della vacca, cioè del vitello e lo sarà solamente per il primo periodo della sua vita, dopo il quale inizierà ad alimentarsi autonomamente. L’uomo beve invece questo latte per tutta la sua esistenza, dalla nascita alla morte. Non è strano?

Il latte di vacca è sempre stato presentato come un alimento indispensabile per gli esseri umani, la qual cosa è invero singolare, in quanto se provata ci classificherebbe come parassiti della vacca. Ovviamente non è così, il latte vaccino è indispensabile solo per il vitello, che invece non ne farà uso in quanto in un allevamento umano sarà alimentato con latte artificiale.

L’uomo quindi si alimenta anche di latte vaccino per una serie di ragioni squisitamente culturali, sulle quali non indagheremo. Ci soffermeremo invece sugli effetti che una alimentazione basata in buona parte su latte vaccino e formaggi avrà sulla salute umana nel lungo periodo.

Lo studio indicato in apertura del presente articolo è molto interessante proprio perché ci permette di avere un veloce sunto di una serie notevole di studi scientifici pubblicati, la cui bibliografia è chiaramente riportata al termine dello stesso articolo.

Iniziamo da un problema comune alle Signore: l’osteoporosi. E’ vero che una alimentazione ricca di latte e formaggi protegge dall’insorgere di questa patologia? a quanto pare, no. I vantaggi apportati sono minimi (meglio un integratore che includa anche la vitamina D, di cui di solito per la vita che facciamo siamo carenti oppure meglio i vegetali e l’esposizione regolare alla luce del sole!) ed i rischi a cui una donna si espone consumando questi alimenti sono decisamente da non correre (cancro alle ovaie ed al seno).

Per quanto riguarda i Signori, una dieta ricca di calcio è stata associata ad un aumento delle possibilità di ammalarsi di tumore della prostata. Il latte ed i suoi derivati presentano inoltre delle notevolissime controindicazioni anche per chi vuole evitare di avere tra i suoi problemi l’eccesso di colesterolo nel sangue: i grassi animali sono davvero pessimi.

Un intestino in perfetto ordine è un prerequisito fondamentale per un’ottima salute: il latte vaccino (visto che la natura non l’ha previsto per noi come alimento) causa spesso intolleranze che possono portare a stati infiammatori del colon, con conseguenti problemi di assorbimento dei fattori nutritivi.

Per la nostra salute però una integrazione con fermenti lattici (che popolano l’intestino ma anche la vagina) è davvero importante. Sbalzi di temperatura, stress ed altre cause possono richiedere un rapido reintegro di questi nostri preziosi alleati. Meglio preferire un integratore ai barattolini di probiotici, negli integratori i batteri buoni sono più numerosi e soprattutto… niente colesterolo!

E per concludere, un articolo (questa volta in italiano) che ci suggerisce come un intestino in salute sia un fattore positivo anche per il cervello.

Annunci

Tag Cloud