Articoli con tag ‘Lorenzin’

Carne cancerogena?

image

Certo, adesso che lo dice l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è tutto vero, prima invece eravamo quattro persone con problemi mentali che urlavano cose senza senso! 

Ora invece, visto che l’OMS dice che la carne lavorata è cancerogena allo stesso livello del fumo di sigaretta e che quella non lavorata è comunque stata classificata immediatamente sotto la prima posizione, sembra che sia arrivato un tornado.

Consumi giù del 20%, titola questo articolo di Repubblica: la ministra Lorenzin si affretta a dire che le mamme possono stare tranquille, che la “fettina” che mettono nel piatto ai propri figli è sanissima. Rispettosamente, avanziamo qualche dubbio.

Andiamo a conoscere la fonte della “rassicurazione”: la ministra Lorenzin, come titolo di studio, può offrirci la sua maturità classica, si comprenderà che non ci sentiamo per nulla rassicurati.

Vogliamo quindi immaginare, benevolmente, che per supportare una tale decisa posizione, essendo lei totalmente incompetente (per mancanza oggettiva di titoli) in materia, abbia deciso di farsi supportare da medici e nutrizionisti. Quali? non lo sappiamo, non li ha citati. 

Quindi di chi fidarsi? di una persona che non conosciamo, di cui non conosciamo il percorso formativo e professionale e nemmeno su cosa basi esattamente le sue affermazioni… o dell’OMS? Scegliamo l’OMS, ad occhi chiusi. Ovviamente diamo per scontata, siccome siamo molto gentili, la buona fede della Lorenzin.

Quindi no, non possiamo accettare che un ministro ci dica che va tutto bene come prima, soprattutto quando non andava bene nemmeno prima: bastava andare a leggersi qualche (centinaia) di studi scientifici, che sono disponibili online, pubblicamente (la maggior parte, gli altri a pagamento) consultabili. 

Solo che a chi la produce (la carne) non faceva certo comodo, ma a chi avrebbe dovuto far comodo (la gente, i “consumatori”) queste cose non interessavano. Già, non interessa a nessuno la salute, fino a che non la si perde e la si perde così tanto da non poterla nemmeno ricordare, da non sapere più nemmeno cosa sia stata. 

Ma, in fondo, cosa sarà mai? Non abbiamo tutti una nonna che fumava due pacchetti di sigarette al giorno, beveva un litro di vino e dopo un mezzo salame non poteva finire la serata che con un bicchierino di whisky invecchiato quasi quanto lei? certo! e quanto è vissuta? almeno 105 anni!

E’ scienza? no, non lo è. L’OMS non calcola solo quella nonna, ma anche tante altre persone ed, in media, si è scoperto che le sigarette fanno venire il cancro ai polmoni mentre l’alcol si occupa di esporci a tutta una serie di altre dolorose patologie. 

Da oggi l’OMS ha detto che in media la carne rossa lavorata ed in misura minore la carne rossa in genere, ci espongono ad una nutrita serie di neoplasie: ora questo dato non si potrà più ignorare. Non è una Cassandra animalista/vegana/fanatica ma è la scienza, quella ufficiale, a dirvelo. 

Siamo felici, felicissimi, di avervelo detto prima dell’OMS.

Siamo meno felici di constatare che per smettere di uccidere sia necessaria la minaccia della possibilità della propria morte anticipata. Come se non si dovesse far del male per la sola paura della galera. Dov’è l’etica, cari amici? dov’è l’amore di cui tanto ci si riempie la bocca? Finisce alle porte dei macelli, dove tutto è consentito? un lamento che non udiamo, una morte di cui non siamo testimoni ma mandanti e per la quale non saremo mai condannati, cessa forse di essere un crimine?

Adesso avete un motivo in più per chiedere ai vostri cari di accompagnarvi mentre venite a fare la spesa da noi: proteggerli. 

E per una volta non ve lo dice Bioenergy, ve lo dice l’OMS.

Annunci

Tag Cloud