Articoli con tag ‘tofu’

Vi tremano le mani?

image

Vi tremano le mani in modo serio? potrebbe trattarsi di quello che viene definito “tremore essenziale”, un disturbo che riguarda un adulto oltre i quarant’anni su 25. Fate un giro dal medico in caso, ok?

Nell’articolo che oggi vi proponiamo, si parla esplicitamente di tremore essenziale, indagandone per bene quelle che secondo diversi studi scientifici sembrano essere le sue cause.

In particolare, ci si sofferma sul pericoloso harmane, una potente neurotossina. L’esposizione all’harmane provoca tremore e l’interruzione dell’esposizione porta alla scomparsa del tremore stesso. 

L’esposizione a questa tossina si ottiene attraverso la carne cotta: manzo, maiale, pesce e, soprattutto, il pollo.

La stessa tossina si trova in alcune piante, come il tabacco, anche se in misura decisamente inferiore, e nel caffé, ma non sembra ci si debba preoccupare troppo nemmeno in questo caso.

Insomma, studio dopo studio, stiamo lentamente arrivando alla consapevolezza che dopotutto l’uomo non sembra essere così “carnivoro” come alcuni sostengono… 

🙂

Annunci

Un fritto salutare! Ma scherziamo?!

image

Dopo il notevole successo che la nostra prima recensione ha riscosso (provate a scrivere “naturalmente vivo recensione” su Google!) (ah, ne seguiranno altre), oggi ci dedichiamo al cibo fritto… non che ci dispiaccia eh! 

ANZI.

E’ un bel venerdì di sole qui in Veneto e dopo tante giornate non proprio splendide magari possiamo pensare un pochino alle passeggiate, al relax, magari alla spiaggia… 

E domani? una volta rientrati a casa, speriamo non bagnati per la pioggia, non vi andrebbe di mangiare un bel piatto(ne) di patatine fritte?!

Orrore! olio a fiumi nella padella, olio a fiumi dentro di noi e poi olio nell’ambiente (la fate la raccolta dell’olio vero??? bravi!)… però il fritto è buonissimo ed a volte è davvero difficile (se non impossibile) rinunciarvi… serve una soluzione! 

Siamo qui per voi. Prego, prego.

Abbiamo scovato in rete, acquistato e provato (con impertinente impazienza), un prodotto relativamente nuovo sul mercato italiano: la FRIGGITRICE AD ARIAAAA!!! Tirate su la mascella e tentate di restare coscienti. Fate gli adulti. Orsù.

In pratica si tratta di un aggeggio grande come una macchina del pane che frigge i cibi grazie non all’olio ma ad un flusso di aria calda fino a duecento gradi circa. 

Le patatine surgelate che comprate non sono patate normali: sono pre-fritte e cosparse di olio (EVITATE quello di palma!!!). Queste patatine si mettono nella friggitrice ad aria senza aggiungere olio… et voilà! pronte in un quarto d’ora! (ma sono comunque pre-fritte, non è il massimo diciamo)

Preferite fare voi? nessun problema, lavate e sbucciate 500g di patate, tagliatele a bastoncino, immergetele in acqua fredda per una mezzoretta. A questo punto asciugatele e mettetele in una terrina, aggiungete tre presine di sale ed un mezzo cucchiaio d’olio di arachide (il migliore per i fritti). Mescolate per bene. Adesso depositatele nel cestello della friggitrice… quindici minuti e sono pronte!

Come avete notato, se si tratta di patate non pre-fritte un po’ d’olio lo si mette… ma cos’è MEZZO cucchiaio d’olio per 500g di patate??? NIENTE!!! E’ la pacificazione della coscienza!

Vogliamo parlare di crocchette, nuggets, impanate di seitan??? lasciatevi guidare dalla fantasia! E lo sapete tutti che il nostro seitan è la fine del mondo. Vi dobbiamo raccontare come potrebbe risultare il tofu fritto? Abbiamo pensato anche di friggere la pasta, in uno slancio di entuasiamo, ma poi ci siamo calmati (per fortuna!).

I risultati? stiamo sperimentando, bisogna diventare capaci di cucinare con un nuovo metodo e non ci sentiamo di dirvi che è “esattamente uguale”… infatti non lo è, per certi versi è addirittura meglio! I fritti spesso sono INTRISI d’olio, questo non vi capiterà più. Di certo la croccantezza è alla portata di queste macchine, ma bisogna lavorarci un po’ ed affinare la tecnica. 

Ma sì, la risposta che stavate aspettando è questa: si può fare, il fritto ad aria toglie la voglia di fritto come il fritto ad olio. 

Il costo? circa 150 euro per un modello che non nomineremo per non fare pubblicità. Scegliete con cura la macchina che più vi piace e poi raccontateci cosa ne pensate… fate con calma però eh? non si tratta comunque di un cibo salutare e va consumato con una certa cautela! Certo rispetto a quello normale però è molto meglio!!!

Buon week-end! 

😉

Video

Ricetta: Tofu con Alga Wakame!

Cari amici,

oggi vi giriamo volentieri una ricetta che mette insieme sapore e salute, raccolta dal canale di MyPersonalTrainerTv.

Augurandovi che le elezioni siano andate esattamente come vi aspettavate e che, in caso contrario, non vi sia venuta la gastrite!

Ma tanto ormai sapete anche come prendervi cura del vostro apparato digerente, vero? Come con cosa?! Ma con i nostri prodotti!!! 😉

Ricetta: 4 modi diversi di cucinare il Tofu!

Salve gentili lettori!
Oggi una gustosa idea per utilizzare il nostro (buonissimo!) TOFU… e fare un po’ di sana concorrenza a prodotti industriali realizzati con “olii vegetali” (non si potrebbero specificare un po’ meglio gli ingredienti??? non è che ci mettete l’olio di palma – che fa male! – vero???) 🙂

In questo video di Veglife Channel ci vengono presentate le seguenti opportunità:

#1 Tofu Strapazzato
#2 Tofu Saltato in Padella
#3 Tofu Marinato
#4 Tofu Impanato

Buon appetito e buon fine settimana a tutti!!!

Ricetta: Farrotto alla Crema Fresca di Melanzane e Tofu!

Farrotto

Farrotto

Cari lettori è arrivato l’autunno. E’ tempo di maglioncini, stivaletti ed ombrelli, di fresche mattine o nubifragi pomeridiani: le foglie cominciano a vestirsi di calde sfumature intense nella lora danza verso il riposo invernale, gli animali del bosco iniziano a sbadigliare preparandosi al letargo.

Ma l’autunno è anche tempo di nuove primizie! Le crucifere, I legumi, il rosso radicchio ed I funghi con le loro molteplici varietà. Così anche il menù cambia, accogliamo sulle nostre tavole risotti, zuppe, piatti unici caldi caldi come un abbraccio ed è con questo spirito da equinozio che abbiamo inventato queste ricettine a base dei nostri TOFU e SEITAN (preparati con amore in ogni stagione!!).

Provatele, coccolatevi e scriveteci un po’ se vi sono piaciute e se avete dei consigli per noi!!

Ingredienti per ¾ persone:

– 250 gr di farro
– 2 melanzane medie (quelle grosse viola o quelle lunghe possono andare)
– 1 confezione del nostro TOFU AL NATURALE
– semi di coriandolo
– aneto
– maggiorana
– una quindicina di foglie di menta fresca
– una decina di foglie di basilico
– sale qb

Per prima cosa tagliate a cubetti le melanzane con la buvvia e disponetele in un setaccio o in uno scolapasta, cospargendole di sale perchè perdano quel gusto amarognolo che in questa ricetta non occorre.

Mettete su della buona musica (cucinare con la musica rende tutto più buono!) e deliziatevi con un aperitivo analcolico alla frutta mentre le nostre melanzane sputacchiano la loro acquetta (ci vorranno una ventina di minuti).

Finito l’aperitivo, accompagnato magari da qualche anacardo o arachide per fare il pieno di omega 3, mondate la cipolla e tagliatela a pezzettini piccoli per poi lasciarla stufare in un po’ d’olio evo accompagnata dai semi di coriandolo schiacciati o tritati (un cucchiaino) e dall’aneto (mezzo cucchiaino).

Sciacquate energicamente le melanzane ed unitele alla cipolla, assieme al tofu tagliato a cubetti, 5-6 foglie di menta, la maggiorana e 5 di basilico, lasciando cuocere il tutto a fuoco basso, aggiungendo sale e acqua, a vostra discrezione.

Nel frattempo sul fuoco una bella pentola piena d’acqua si arroventa e, raggiunto il punto di ebollizione è il momento di far tuffare il nostro farro (perlato se non siete a dieta, o decorticato con più fibre e meno rimorsi), per portarlo a cottura in 20 minuti, in modo tale che resti bene al dente, dato che poi andremo a saltarlo in padella con la cremina.

Lasciate che ogni sapore si sposi amabilmente con gli altri dedicandovi ad una conversazione piacevole o una buona lettura e, mi raccomando, ASSAGGIATE per controllare sapidità, “speziatura” e “succulenteria”, aggiustando a seconda delle preferenze.

A cottura ultimata, mettete da parte quattro cucchiai delle nostre melanzan-tofu che ci serviranno per impiattare come solo I migliori chef sanno fare e prendete uno di quegli infernali ma insostituibili frullatori ad immersione (anche un banalissimo frullatore andrà bene), col quale frullerete il composto aggiungendo altre 5 foglie di menta e 5 di basilico. La consistenza dovrà essere morbida, ma non troppo liquida, quindi dosate voi l’acqua da aggiungere mentre frullate.

Scolate il farro ed unitelo alla crema mescolando delicatamente e tenendo il fuoco basso. Tempo 5 minuti e il profumino vi avrà già aumentato la salivazione del 400%; spegnete il fuoco, lasciate intiepidire per qualche minuto ed impiattate guarnendo con un cucchiaio di melanzane e tofu, una fogliolina di menta ed una di basilico.

Bon appétit!

Ricetta: Tofu alle Zucchine!

Summer!

Summer!

E’ estate, un’estate particolarmente calda (almeno fino a qualche giorno fa…)e non abbiamo molta voglia di cucinare. Ma le verdure dobbiamo pur mangiarle, visto che CI SERVONO 😉

Ecco allora una ricetta facile e rapida per avere a disposizione proteine, fibre, minerali e vitamine… tranne la C che con la cottura ci saluta! Per questo è meglio bere un bel succo di frutta fresca appena spremuta, magari prima di cena, così da avere una marcia in più per assimilare il ferro. Va benissimo anche mangiare per prima l’insalata, condita con qualche goccia di limone.

Ingredienti per 2/3 persone

– una confezione del tofu al naturale (od aromatizzato, a seconda dei gusti) che potete acquistare da noi, cioè due panetti interi

– tre zucchine di medie dimensioni

– mezza cipolla

– salsa di soia

– una manciata di pomodori piccadilly oppure un pomodoro da insalata (a seconda dei gusti e di ciò che avete in casa)

– origano, aglio in polvere, curry, foglie di menta e basilico

Preparazione

Tagliate il tofu a pezzetti di forma rettangolare, come doveste tagliare il panetto a quadretti. Mettete un filo di olio extravergine di oliva (meglio se spremuto a freddo e biologico… avete mai provato l’olio dei Colli Euganei?) su di una padella. Fate scaldare l’olio per qualche istante e quindi mettete la mezza cipolla tagliata a fettine. Dopo qualche istante potrete aggiungere il tofu.

Per la linea -> Il soffritto si può anche evitare: usate l’acqua al posto dell’olio! 🙂

A questo punto versate due o tre cucchiai da tavola di salsa di soia, mescolate per bene e lasciate cucinare per circa dieci minuti. Il tofu dovrà colorarsi uniformemente.

Nel frattempo avrete cura di tagliare le zucchine, dopo averle ben lavate: fate un taglio lungo tutta la zucchina, partendo da una estremità, ma senza separare le due metà, fermandovi cioè a circa mezzo centimetro dal bordo. Ripetete ora l’operazione con un taglio perpendicolare al primo, in modo che poi, tagliando la zucchina a fettine, si possano ottenere quattro piccoli “quarti” di cerchio con un solo taglio… si risparmia tempo e l’aspetto del piatto sarà più gradevole!

Aggiungete le zucchine al tofu e continuate a cucinare fino a che queste non saranno morbide, ma non insistete troppo con la cottura. Mentre cucinate spolverate con il curry e l’aglio in polvere, se vi piace (vi consigliamo di abituarvi perché fa benissimo!).

La cottura è terminata? bene, aggiungete i pomodori tagliati a pezzettini. Non cuocete ma mescolate semplicemente per meno di un minuto mentre aggiungete l’origano e quindi spegnete il fuoco.

Versate su di un piatto piano e decorate con qualche foglia di menta e basilico.

Opzionale: un pizzico di peperoncino!

Buon appetito 🙂

La Nostra Squadra!

E’ con un certo orgoglio che vi presentiamo la nostra squadra!

 

Il nostro Staff

Il nostro Staff

Tag Cloud