Articoli con tag ‘veneto’

Recensione: la Buddineria di Torreglia!

La Buddineria

La Buddineria

Questa sera siamo stati per voi a Torreglia, una cittadina ai piedi dei Colli Euganei. La ragione è presto detta: Torreglia è famosa (anche) per un locale che ormai da molti anni si è affermato come il punto di riferimento per gli amanti del budino.

Stiamo ovviamente parlando della Buddineria (proprio con due “b”) di Piazza Capitello 4, dove non si mangia solo il budino ma anche il gelato!

Perché ha attirato la nostra attenzione?

Il proprietario è attento, attentissimo alle esigenze delle persone con problemi di intolleranze ma anche e soprattutto alle esigenze dei vegan, che il latte e le uova scelgono di non mangiarli per etica più che per problemi di salute.

Si può fare un gelato senza latte e uova? ed il budino senza latte come viene?

Si può fare tutto! e sia chiaro che non si fa nessuna (e ripetiamo: nessuno!) concessione alla qualità organolettica del prodotto finale.

I menu sono appena stati rifatti, con fotografie chiare dei prodotti e le sezioni sono ben divise, per intolleranze e per vegani: una scelta che comincia ad essere piacevolmente variata e che ci permette di assaggiare budini con cioccolato e riso soffiato, bianco al latte di riso e con frutta fresca… ma stasera ci siamo dati al budino affogato nella cioccolata calda (che si può tranquillamente ordinare anche da sola), vegan pure questa! da provare assolutamente…

E per il gelato non scordatevi di assaggiare le creme ed i gusti alla frutta (entrambi vegan), senza dimenticare che a volte il proprietario si diverte (davvero) a preparare gusti “esotici” come il gelato alla zucca e quello alla castagna… possiamo considerarli in edizione limitata! passateci spesso e ne vedrete delle belle!

Che dire? se passate dalle parti di Torreglia o se in questi giorni state visitando Abano Celtica, allora andate a fare un giro alla Buddineria: capirete perché si tratta di una eccellenza del nostro territorio… ne resterete soddisfatti 🙂

Annunci

La Nostra Squadra!

E’ con un certo orgoglio che vi presentiamo la nostra squadra!

 

Il nostro Staff

Il nostro Staff

I mille benefici della soia

Soy

Soy

Questo nostro articolo trae la sua ispirazione da un omonimo articolo comparso sul sito web della fondazione Veronesi.

Come Bioenergy siamo decisamente “affezionati” alla soia: è la base del nostro tofu! La soia rappresenta una fonte assolutamente straordinaria di proteine vegetali e, da sola, contiene tutti gli amminoacidi essenziali di cui il nostro organismo ha bisogno. Ovviamente è bene però variare e, nei giorni in cui non ci alimentiamo con la soia, ricordiamoci di abbinare legumi e cereali, in modo da ottenere comunque tutti gli amminoacidi… un piatto di riso integrale e piselli, ad esempio, andrà benissimo!

Inoltre, ci sono effetti benefici che vanno oltre il piano strettamente etico (che ricordiamo essere il più importante!) e che abbracciano quello salutistico. La soia è indicata per abbassare il colesterolo e durante il delicato periodo della menopausa, fino a garantire una certa protezione contro alcuni tipi di tumore.

RICETTA…

Ecco un modo per provare il tofu d’estate: fate bollire un po’ d’acqua non salata e fate lessare il tofu per qualche minuto. Nel frattempo tagliate a pezzetti dei pomodori ben maturi ed aggiungete dei capperi e delle olive verdi a rondelle. Non appena scolato il tofu, avendo l’accortezza di lasciarlo raffreddare un poco, unite il tutto e mescolate con un filo d’olio d’oliva 🙂

Si è vegetariani perché…

La Terra

La Terra

Tra tutte le possibili risposte che si possono dare a questa domanda, crediamo che la prima e più “corretta” da un punto di vista etico consista nell’astenersi dal consumo di carni per il semplice fatto che, almeno in un paese dove il cibo abbonda, l’uomo può scegliere di non fare del male.

Quindi, dato che non fare del male è possibile (ed anche salutare, per noi e per il Pianeta) perché non scegliere in questo senso?

Sarebbe bello che, un giorno, l’uomo si dedicasse al Pianeta che lo ospita come farebbe un custode, non un oppressore.

Sarebbe bello.

Intanto la cosa che possiamo fare, proprio ora, è cercare di cambiare noi stessi e le nostre abitudini. Non ce ne rendiamo forse conto, ma la migliore “pubblicità” che possiamo offrire è proprio il nostro esempio, magari silenzioso.

E la nostra buona salute? pensate sia una cosa banale possedere una salute migliore ed (a quanto pare) invecchiare più lentamente?

Nel prossimo articolo inizieremo a parlare della meditazione, una pratica sempre più in voga ma sulla quale, come piace a noi europei, si fa moltissima confusione.

Perché si è vegetariani?

Immanuel Kant

Immanuel Kant

Perché mai qualcuno dovrebbe scegliere di diventare vegetariano? Si tratta di una domanda a cui non è facile rispondere con una frase e, a voler essere precisi, nemmeno con una mezza pagina di testo. Esistono una serie di motivazioni che spaziano dall’amore per gli animali all’ecologia, dalla salute alla passione un po’ new age di seguire la moda spirituale del momento. Ci piace pensare che la motivazione più importante di tutti, non per citare in modo un po’ leggero alcune pagine di Kant, sia quella che punti al compiere una azione per il solo fatto che questa vada compiuta, senza che ciò che ne ricaviamo sia in alcun modo legato alla nostra soddisfazione. In altri termini: è molto facile compiere una buona azione se lo facciamo in vista della ricompensa, meno facile è il compierla senza che nessuno sappia che siamo “buoni”.

Strano? pensate a quante persone fanno l’elemosina per strada pensando al fatto che stanno compiendo qualcosa di “buono” davanti agli occhi di molti. A chi stanno facendo un dono? a chi tende loro la mano od al proprio ego?

Essere vegetariani perché si vuole dimagrire, perché si vuole evitare un tumore al colon o perché si è deciso che il pianeta non può tollerare l’umana invenzione dell’allevamento intensivo è una azione buona o mira semplicemente a salvaguardare prima di tutto noi stessi?

Se la carne non facesse male e si inventassero gli allevamenti intensivi ad impatto zero, allora mangiare carne sarebbe una azione eticamente neutra, un po’ come uno starnuto?

Nel prossimo articolo, indagheremo insieme le possibili risposte 🙂

Seitan e Tofu alleati della forma fisica

Qui niente colesterolo!

Qui niente colesterolo!

Probabilmente chi è vegetariano o vegan non sarà stupito dal titolo di questo articolo. In effetti è piuttosto semplice capire che se vogliamo dimagrire o semplicemente vivere sani (e più a lungo!) è di fondamentale importanza ridurre l’apporto dei grassi nella nostra dieta, discorso che vale in particolare per i pericolosi grassi saturi di origine animale. In questo compito, non sempre facile (soprattutto per ragioni di gola e di abitudini alimentari errate) il seitan ed il tofu sono due preziosi alleati.

Il seitan presenta un profilo nutrizionale del tutto eccezionale, con un apporto proteico decisamente elevato (18 grammi per ogni 100 grammi di prodotto, cioè il 18%) ed un bassissimo apporto di grassi, poco più dell’uno per cento, a fronte di una totale assenza di grassi saturi.

Il tofu invece contiene generalmente una quantità di proteine inferiore, ma ha dalla sua il vantaggio (essendo derivato dalla soia e da Bioenergy la soia è OGM-FREE!) di apportare tutti gli amminoacidi essenziali al corretto funzionamento del nostro organismo.

E il colesterolo come va? siete per caso costretti ad assumere farmaci per ridurlo o siete addirittura invogliati da sospette pubblicità di miracolosi barattolini che promettono di eliminare il vostro problema?

Perché non evitare tutto questo e non cominciare a non nutrirci di elementi di origine animale? Che senso ha nutrirsi male per poi assumere farmaci e magari poi altri farmaci per eliminare gli effetti collaterali dei primi? Tofu e seitan non hanno nemmeno un grammo di colesterolo, la bistecca che avete nel piatto invece sì.

Entrambi i prodotti posseggono inoltre un apporto calorico davvero moderato e si prestano ottimamente (nelle giuste quantità!) ad aiutarci a raggiungere una corretta forma fisica, andando a sostituire in toto od in parte i prodotti di origine animale.

Se ancora non siete vegetariani, perché non provare le nostre preparazioni a base di tofu e seitan?

P.S.: nella foto in alto, potete “ammirare” una preparazione ottenuta con il nostro seitan e del formaggio vegan, tutto sapore e niente colesterolo! Chi l’ha detto che per dimagrire e sentirsi bene bisogna mangiare solo insalata?! 😉

Vegetariani e Vegani Famosi!

Paul Mc Cartney

Paul Mc Cartney

 

Ecco per voi la pagina di vegInfo che riporta le foto e le frasi di alcune persone famose che hanno scelto di rispettare la natura cambiando prima di tutto il loro modo di approcciarsi al cibo, riconoscendo la differenza tra ciò che è cibo e ciò che invece è qualcuno da rispettare.

Auguriamoci un mondo dove le parole “allevamento” e “macellazione” siano solo un lontano, terribile ricordo e dove l’uomo divenga il protettore della Terra, invece che rivestire, come oggi, i panni del suo carnefice.

Con l’impegno e la forza di volontà, anche nelle nostre piccole battaglie quotidiane nello spiegare agli altri il perché della nostra scelta, si possono davvero fare miracoli. Non perdete la fiducia!

Tag Cloud